Home
Dimensione Cultura
I pricipali problemi psico-fisici che si possono combattere con lo yoga PDF Stampa
Yoga - Basi
Dal mal di schiena all'ansia, dall'insonnia all’artrite, la cura senza farmaci ha sempre lo stesso nome: yoga.
E ora anche molti medici italiani ne sono convinti. Negli ultimi 30 anni, del resto, quasi mille studi sono stati concordi nell'affermare che le tipiche posizioni della disciplina indù (asana) e la meditazione aumentano l'efficienza del sistema cardiovascolare, rallentano e rendono più profonda la respirazione, abbassano la pressione, riducono ansia e depressione, migliorano la digestione e rafforzano le articolazioni.
«Non si tratta di magia», avverte il docente di medicina interna dell'Università di Pavia Luciano Bernardi. «La pratica dev'essere costante e consapevole. Al di là degli aspetti spirituali, nei quali ognuno può "trovare o meno la propria realizzazione, lo yoga va fatto con convinzione, altrimenti si perde soltanto tempo».
Oggi gli adepti sono qualcosa come 100 milioni in tutto il mondo e annoverano persone di ogni sesso, età e classe sociale: dai divi di Hollywood come Naomi Watts, Nicolas Cage e Gwyneth Paltrow, agli uomini d'affari stressati, dalle casalinghe alle prese con la gestione familiare agli sportivi che cercano di migliorare le prestazioni.
Ecco, in ordine alfabetico, i principali problemi che si possono combattere con lo yoga.
ANSIA E ATTACCHI DI PANICO
Quando si è ansiosi, stressati, e a maggior ragione se si è preda di un attacco di panico (un disturbo che si manifesta con sintomi come terrore quasi paralizzante, aumento del battito cardiaco, tremore e soffocamento), il respiro si fa rapido e sconnesso e in certi casi arriva addirittura a interrompersi.
«La pratica dello yoga e in special modo la meditazione unita a inspirazioni ed espirazioni lente e consapevoli, va a rallentare l'eccitabilità della sostanza reticolare, la parte del cervello che regola la circolazione sanguigna, la respirazione, il ritmo di sonno-veglia», dice il neurochirurgo funzionale Sergio Canavero, direttore del Gruppo avanzato di neuromodulazione di Torino. «Questo rallentamento (che si apprezza notando l'aumento di onde cerebrali di tipo Alfa e Theta con l'elettroencefalogramma), per una reazione a catena, fa inserire le marce basse a tutto il sistema nervoso aiutando a ritrovare la calma».
Prove scientifiche: Ricerche portate avanti dalle università americane di Penn State e di Duke e uno studio pubblicato nel dicembre 2004 sul Journal of alternative and complementary medicine, dimostrano come ansia e attacchi di panico diminuiscano nelle persone che praticano yoga con continuità.

ARTRITE
L'artrite è un'infiammazione articolare di cui esistono oltre cento tipologie. La pratica delle asana può aiutare a ridurre i sintomi, favorendo una giusta postura, e nel caso sia già conclamata, mantiene attive articolazioni che altrimenti tenderebbero all'immobilità.
Prove scientifiche: Nel 1994 uno studio apparso sulla rivista Rheumatology, pubblicato dall'Associazione britannica per la reumatologia, ha dimostrato come la pratica dello yoga aiuti a risolvere problemi di rigidità articolare e possa dunque rallentare nel lungo periodo l'insorgere di artriti.

INSONNIA
Dato che l'insonnia è spesso parente stretta dell'ansia, grazie alla pratica dello yoga è possibile seguire dei percorsi di selezione dei pensieri per giungere a una fase di rilassamento che aiuti l'organismo a mettersi in stand-by e, di conseguenza, a raggiungere più facilmente il sonno. «Inoltre, tramite tecniche yogiche di allungamento e stiramento, è possibile regolarizzare il tono muscolare e favorire, anche in questo modo, il senso di rilassamento», spiega Fulvio Palombini ,docente di fisioterapia all'Università La Sapienza di Roma.
Prove Scientifiche: Uno studio condotto presso la facoltà di medicina dell'ateneo di Harvard (Usa) ha dimostrato come, tramite esercizi yoga, 40 persone che soffrivano di insonnia abbiano aumentato il riposo notturno in media di trenta minuti per notte e diminuito in media di 15 minuti il tempo necessario ad addormentarsi.
A corroborare la tesi che lo yoga possa favorire il sonno anche nei casi di dolori cronici, infine, una ricerca realizzata dall'MD Andersen Cancer Center di Houston (Usa) ha dimostrato che, tramite lo yoga, possono avere un sollievo anche i pazienti che soffrono d'insonnia legata a patologie tumorali.

IPERTENSIONE
Asana quando si soffre di ipertensione. «Il respiro yogico ha effetti importanti sul sistema neurovegetativo, per la precisione abbassa il tono simpatico e aumenta quello parasimpatico o vagale», spiega Bernardi. «Dato che il primo tende a far aumentare la frequenza del respiro e il battito cardiaco, mentre il secondo ha effetti opposti, il risultato è un riequilibrio favorevole all'abbassamento della pressione».
Prove scientifiche:  Che lo yoga sia efficace contro l'ipertensione è noto almeno dal 1975, anno in cui lo dimostrò una ricerca (sia pure su un piccolo numero di pazienti) pubblicata dalla prestigiosa rivista The Lancet. Lo studio appurò come in 20 pazienti sottoposti a tre mesi di pratiche yogiche la pressione sistolica fosse diminuita in media di 29 punti e quella diastolica di 15.

MALATTIE CARDIACHE
«Chi soffre di scompenso cardiaco presenta, a volte, anche alterazioni del sistema neurovegetativo caratterizzate da un aumento del tono simpatico a scapito di quello parasimpatico», spiega Bernardi. In questi casi (da valutare insieme al proprio medico) lo yoga può aiutare.
Oltre all'effetto biologico, ce n'è anche uno psicologico. «Alcuni ormoni che il nostro corpo produce quando siamo stressati favoriscono l'accumulo di colesterolo nel sangue e di conseguenza il rischio di infarto», continua Bernardi. «Per questo motivo si può dire che lo yoga, smorzando rabbia e preoccupazione attraverso il rilassamento consapevole, aiuta a prevenire i malanni del cuore».
Prove Scientifiche: Nel 1998, uno studio pubblicato da The Lancet dimostrava come un gruppo di pazienti affetti da insufficienza cardiaca in soli sei mesi avesse aumentato, praticando le tecniche yoga, la capacità respiratoria e con essa quella di compiere sforzi. Nel 2004, la rivista Perfusion, specializzata in patologie cardiache, ha pubblicato un'indagine che provava come lo yoga avesse fatto regredire lo stato di rischio in pazienti con malattie cardiovascolari già conclamate.

MAL DI SCHIENA
«Le asana alleviano il mal di schiena andando a migliorare la postura di base e la mobilità articolare», dice Palombini. «Mentre le fasi di meditazione, con la loro azione distensiva, eliminano contrazioni muscolari che possono essere fonti di infiammazione alla colonna».
La respirazione, poi, permette di ossigenare bene i muscoli, rendendoli meno soggetti ad acciacchi che spesso si riverberano sulla postura e di conseguenza sulla schiena.
«Infine, la corretta circolazione stimolata dalle asana e dalla respirazione yoga riduce la presenza di molecole infiammatorie nel sangue che possono dare origine a dolori localizzati», conclude Palombini.
Prove scientifiche: I ricercatori della West Virginia University School of Medicine hanno appurato come una terapia a base di 16 lezioni settimanali di yoga su 42 pazienti affetti da lombalgia cronica abbia determinato una diminuzione del dolore nel 64% dei casi, una riduzione dell'incapacità funzionale nel 77% e un aumento della capacità di tenere il dolore sotto controllo nel 25%. Tra i pazienti che prima della terapia a base di yoga assumevano antidolorifici, l'88% ha smesso di usarli.

Brani dell’articolo di Massimo Valtz Gris pubblicato sulla Rivista OK Salute
 
Qualche consiglio per perdere peso e mantenersi in forma PDF Stampa
Benessere - Salute

-Bevete frequentemente acqua anche durante i pasti (vi aiuterà a sentirvi ‘pieni’).

-Evitate assolutamente bevande zuccherate sia perché hanno un elevato contenuto calorico sia perché non procurano senso di sazietà.

-Naturalmente oltre agli zuccheri eliminate i grassi e riducete i farinacei.

-Tenete presente che eliminare gli zuccheri significa anche limitare il fruttosio contenuto nella frutta in particolare in quella zuccherina, ovvero uva, banane, fichi etc.

-Impiegate dolcificante ipocalorico  naturale come lo stevia, che è preferibile soprattutto a quelli a base di aspartame.

-Impiegate inoltre frequentemente le spezie,che essendo prive di valore energetico, non solo insaporiscono gli alimenti  senza aumentarne l'apporto calorico, ma aumentano anche il senso di sazietà.

-Guardatevi frequentemente allo specchio in ‘abiti succinti’.

-Tenete sempre a mente che l’obesità e il sovrappeso favoriscono l’insorgenza del diabete e di affezioni al sistema cardiocircolatorio.

-Anche per evitare tentazioni alimentari con ‘incursioni’ nel frigo, nel tempo libero, fate frequenti passeggiate possibilmente a passo spedito.

-Sempre per evitare tentazioni rendete la spesa più ‘leggera’ senza intasare il frigorifero.

-Coltivate interessi ed hobbies in maniera da evitare l’instaurarsi della cosiddetta fame nervosa.

-Non abbiate fretta nel dimagrire, è sufficiente in determinati momenti (cene con amici e parenti) evitare soltanto di fare la cosiddetta 'abbuffata'.

-Masticate molto lentamente e quindi gustatevi le vivande: in questo modo la sensazione di fame verrà rimossa più facilmente.

-Evitate di arrivare affamatissimi all’ora dei pasti facendo degli intermezzi con ortaggi e verdure non condite o con un frutto con basso contenuto calorico (pera, mela, etc)

-Ricordatevi che la sensazione di fame viene rimossa con un po’ di ritardo rispetto al fine pasto  e quindi alzatevi da tavola anche non completamente sazi: la ‘fametta’ sparirà entro pochi minuti.

-Ricordate inoltre che il sovrappeso e l’obesità riducono la possibilità di socializzazione  soprattutto con l’altro sesso!

 

Antonio ALBINO

 
Quando l'infinito si trasforma in infinitesimale PDF Stampa
Utilità - Scienze

Dopo il Big Bang, l'Universo continuò ad espandersi ed alla fine uscì dallo stato di buco nero e solo allora "il Tempo" iniziò ad esistere. Nei paragrafi seguenti, discuteremo di come il concetto di spazio non ha senso senza l'esistenza del tempo. Quando il tempo si ferma, qualsiasi tipo di viaggio non può durare. Pertanto, qualsiasi tipo di materia, poiché dipende dal moto degli elettroni nel suo atomo, non può esistere. Per spiegare questo concetto iniziamo con il seguente scenario: Gianni dice al professore che sta facendo un viaggio a New York. Afferma che ci vogliono 8 ore in aereo per raggiungere la destinazione. Poiché il professore sa che gli aerei moderni viaggiano a una velocità di circa 500 miglia all'ora, deduce che New York si trova a circa 4000 miglia di distanza. Arriva alla cifra moltiplicando la velocità dell'aeroplano per la durata prevista del viaggio. Il professore dice a Gianni: "Quando l'aereo è pronto per il decollo, se il tempo si ferma, non sarai in grado di muoverti nemmeno di un centimetro".

"Ma perché?" Disse Gianni.

"Perché, non importa quanto lentamente l'aereo tenti di rullare, è richiesto ancora del tempo per spostarsi dal punto A al punto B ipotetico, anche se il punto B è solo a un centimetro di distanza. Le pale del motore del turbojet smetteranno di ruotare, perché normalmente viaggiano continuamente da una certa posizione A ad una certa posizione B in un dato momento e, in un mondo in cui il tempo è fermo, questo non è permesso. Il viaggio non è concesso in un mondo senza tempo. A questo punto, penseresti che i motori si fermerebbero, l'aereo si arresterebbe e i passeggeri rimarrebbero congelati per sempre nella posizione in cui si trovavano nel momento in cui il tempo si fermò ".

"Sì, questo sembra ragionevole." disse Gianni

E il professore: "No !!! Lo scenario sarebbe molto diverso e più drammatico! La pista dell'aeroporto, pochi istanti prima ricoperta da un bel sole, diventerebbe improvvisamente completamente buia." I raggi del sole che raggiungono la Terra in circa 8 minuti dato che si muovono alla velocità della luce, verrebbero fermati, perché i fotoni non potrebbero viaggiare a causa del congelamento temporale. Ora che il Sole è diventato completamente buio, normalmente dovrebbe collassare a causa della mancanza di energia cinetica di tutti i suoi atomi. I suoi strati interni non sopporterebbero la pressione dei suoi strati esterni, ma il collasso richiede movimento, e ancora una volta questo non è permesso.Tutti i protoni e gli elettroni hanno campi magnetici e quindi una carica rotante e devono crollare. Il Sole stesso deve istantaneamente sprofondare. Tutte le onde elettromagnetiche devono scomparire, ma l'energia immagazzinata nei campi elettromagnetici deve essere preservata (legge fondamentale di Fisica), e l'unico modo in cui può essere preservata è trasformandola nella massa infinitesimale dei neutrini. I neutrini sembrano essere le uniche particelle stabili che non richiedono l'esistenza del tempo per esistere poiché, secondo la maggioranza degli scienziati, erano le uniche particelle presenti subito dopo il Big Bang. E subito dopo il Big Bang il tempo non esisteva "

"Allora cosa mi succederebbe dentro l'aereo?" Disse Gianni.

"In questo momento, tu, l'aereo, la Terra e il resto dell'universo sareste convertiti in neutrini e poiché i neutrini sono simili ai buchi neri, il tempo sarebbe fermo all'interno dell'aereo e in tutto l'universo. Infine, posso dire che se quello che rimarrebbe è un Universo congelato nel tempo, pieno solo di neutrini invisibili, che farebbero sì che le distanze non avrebbero senso. L'Universo stesso diventerebbe un punto infinitamente piccolo, non importa quanti piccoli infiniti punti contiene. In questo scenario, fermando il tempo, restringiamo l'Universo in un punto in cui lo spazio cessa di esistere. Se guardiamo indietro all'Universo poco prima del Big Bang, quello che abbiamo è solo un enorme quantità di neutrini in una condizione senza "Tempo" e "Spazio" È impossibile distinguere tra l'Universo prima del Big Bang e immediatamente dopo il Big Bang. In entrambi i casi il Tempo si è fermato.

Quello che ho descritto nel paragrafo precedente è una situazione artificiale perché nulla può fermare improvvisamente il tempo in tutto l'universo.

Ma, nei buchi neri cosmici, un luogo dove la forza gravitazionale è così forte che non può fuggire nemmeno qualcosa che viaggia alla velocità della luce, il tempo si ferma, la materia diventa invisibile e lo spazio diventa una quantità senza senso. Penso che l'Universo presente, dopo molte generazioni, in cui stelle e galassie vengono create e muoiono, continuerà ad espandersi e continuerà a convertire tutta la materia in neutrini all'interno dei meccanismi interni dei buchi neri. Alla fine, solo i neutrini saranno lasciati in un universo senza tempo e spazio. A questo punto sarebbe impossibile distinguere tra l'Universo prima del Big Bang e lo stadio finale dell'Universo attuale. Possiamo dedurre da questo scenario che la vita dell'Universo, per procedere in un ciclo, non deve espandersi dal momento del Big Bang, ma raggiungere una dimensione massima e ricominciare a ridursi a una entità infinitesimale di piccole dimensioni. In questo scenario, l'Universo continuerebbe ad espandersi fino a quando tutta la materia non verrebbe trasformata in infinitesimamente piccoli neutrini. Poi il tempo si ferma, lo spazio diventa privo di significato e l'universo ritorna alle stesse condizioni di prima del Big Bang ". Questo è il tempo in cui l'infinito si trasforma nell'infinitesimale.

Gianni disse: "Penso che cancellerò il mio volo".

 

Marcello VENEZIANO

 

Copyright 2018

 
Sincerità nella coppia PDF Stampa
Benessere - Buonumore
Un uomo d'affari manda un fax alla sua donna:
"Mia cara moglie: tu comprenderai che, ora che hai 54 anni, io ho dei bisogni che tu non puoi più soddisfare.
Io sono felice con te, ti considero una moglie meravigliosa e sinceramente spero che tu non prenderai male il fatto che, quando riceverai questo fax, io sarò all'hotel Confort Inn con Vanessa, la mia segretaria, che ha 18 anni.
Non ti arrabbiare, sarò a casa prima di mezzanotte".
Quando l'uomo arriva a casa, trova un foglio sul tavolo nella sala da pranzo:
"Caro marito, ho ricevuto il tuo fax e non posso che ringraziarti per avermi avvertita. Approfitto di questa occasione per ricordarti che anche tu hai 54 anni. Inoltre, ti informo che quando tu leggerai questo messaggio, sarò all'hotel Fiesta con Michel, il mio istruttore di tennis, che, come la tua segretaria, ha 18 anni.
Visto che sei un noto uomo d'affari, e, in più sei laureato in Matematica, potrai facilmente comprendere che noi due ci troviamo in situazioni simili ma…con una piccola differenza:
"18 entra più volte nel 54, rispetto al 54 nel 18 "..... Quindi, non mi aspettare prima di domani!
Baci dalla tua donna che ti capisce…"
 
Donna PDF Stampa
Motti & Pensieri - Donna

-E' LA DONNA UNA TERRA STRANIERA_SEPPUR TU GIOVANE VI SOGGIORNI_E LA PERCORRA DA MANE A SERA_ MAI NE SAPRAI LINGUA NE' CONTORNI. (COVENTRY PATMORE)

-MAI FIDARSI DI UNA DONNA CHE DICE LA SUA VERA ETA', UNA DONNA CAPACE DI DIRE CIO' E' CAPACE DI DIRE TUTTO. (OSCAR WILDE)

-IL VERO PSICANALISTA DELLE DONNE E' IL LORO PARRUCCHIERE. (ENNIO FLAIANO)

-PER ESSERE FELICE CON UN UOMO SI DEVE CAPIRLO ABBASTANZA ED AMARLO UN POCO. PER ESSERE FELICI CON UNA DONNA SI DEVE AMARLA ABBASTANZA E MAI CERCARE DI CAPIRLA. (ANONIMO)

-LE DONNE RICORDANO SOLO GLI UOMINI CHE LE HANNO FATTO RIDERE, GLI UOMINI LE DONNE CHE LI HANNO FATTI PIANGERE. (HENRY DE REGHEIR)

-NESSUNA DONNA FAREBBE UN MATRIMONIO DI INTERESSE: PRIMA DI SPOSARE UN MILIARDARIO SE NE INNAMORA. (CESARE PAVESE)