Home Archivio Placebo: l'effetto delle credenze
Placebo: l'effetto delle credenze PDF Stampa
Archivio
Anche se la domanda come funzioni il placebo  (NdR-Farmaco terapeuticamente inattivo, il cui effetto è basato sulla sola suggestione psicologica) è stata sostanzialmente ignorata dalla medicina, recentemente alcuni ricercatori tradizionalisti hanno rivolto l'attenzione a questo punto. I risultati delle ricerche rivelano che non erano soltan­to le strampalate cure ottocentesche a favorire l'effetto place­bo, ma anche la sofisticata tecnologia della medicina moder­na, compreso il più "concreto" degli strumenti: la chirurgia.
Uno studio della Baylor School of Medicine pubblicato nel 2002 sul New England Journal of Medicine ha valutato gli in­terventi chirurgici su pazienti affetti da gravi dolori alle ginocchia. Il principale autore dello studio, il dottor Bruce Moseley, "sapeva" che la chirurgia del ginocchio aiutava i suoi pazienti: «Tutti i bravi chirurghi sanno che in chi­rurgia non esiste l'effetto placebo», ma lo studio mirava a sta­bilire l'aspetto più efficace dell'intervento chirurgico.

I pazienti vennero divisi in tre gruppi. Nel primo, Moseley raschiò la car­tilagine del ginocchio danneggiata. Nel secondo, mise a nudo l'articolazione, eliminando del materiale ritenuto la causa dell'infiammazione. Entrambi sono interventi classici per la cura dell'artrite al ginocchio. Il terzo gruppo fu sottoposto a un "fin­to" intervento. Il paziente venne anestetizzato, Moseley fece tre incisioni di routine, e parlò e agì come avrebbe fatto durante un vero intervento, spruzzò persino dell'acqua salata per simulare i suoni del lavaggio del ginocchio. Dopo quaranta minuti, ricucì le incisioni come se avesse completato l'intervento. Ai tre grup­pi venne prescritta la stessa terapia postoperatoria, compreso un programma di rieducazione.

I risultanti furono sorprendenti. È vero che i pazienti sot­toposti a vero intervento chirurgico migliorarono, com'era le­cito aspettarsi, ma il gruppo placebo migliorò esattamente come gli altri due! Nonostante si eseguano 650.000 interven­ti chirurgici all'anno per l'artrite al ginocchio, a un costo di circa 5.000 dollari l'uno, per Moseley i risultati parlavano chiaro: «La mia abilità di chirurgo non ha svolto alcun ruolo su questi pazienti; l'intero beneficio dell'intervento chirurgico per l'osteoartrite del ginocchio è dovuto all'effetto placebo». I notiziari televisivi dimostrarono vividamente i sorprendenti risultati riprendendo i pazienti del gruppo placebo che cam­minavano e giocavano a basket, facendo cioè cose che affer­mavano di non poter fare prima dell'"intervento chirurgico". Per due anni, il gruppo placebo ignorò di avere subito un fin­to intervento. Un membro del gruppo, Tim Perez, che prima dell'intervento doveva camminare appoggiandosi a un bastone, ora gioca tranquillamente a basket con i nipoti. Intervi­stato al Discovery Health Channel riassunse il tema di questo libro dicendo: «In questo mondo tutto è possibile se vi applicate la mente. Io so che la mente può davvero fare miracoli».

 

 

Il brano è stato tratto dal testo ‘La biologia delle credenze’ di Bruce LIPTON