Home Religioni Articoli vari Nel Paese di Eldorado
Nel Paese di Eldorado PDF Stampa
Religione - Articoli vari

La conversazione fu lunga; toccò la forma del governo, i costumi, le donne, gli spettacoli pubblici, le arti. Alla fine Candido, sempre appassionato di metafisica, fece chiedere da Cacambo se il Paese avesse una religione.

Il vecchio arrossì leggermente. “Come,” disse, “potete dubitarne? Ci prendete per ingrati?” Cacambo chiese umilmente quale fosse la religione di Eldorado. Il vecchio arrossì di nuovo. “Possono forse esserci due religioni?” disse “ Credo che noi abbiamo la religione di tutti; adoriamo Dio dalla sera alla mattina.” “Adorate un Dio solo? ” chiese Cacambo, facendo sempre da interprete ai dubbi di Candido. “ Evidentemente”, rispose il vecchio, “ dato che non ce ne sono né due, né tre, né quattro. Confesso che le persone del vostro mondo pongono domande molto singolari.” Candido non si stancava di far interrogare il buon vecchio; volle sapere come si pregava Dio nell’Eldorado. “Non lo preghiamo affatto,” spiegò quel buono e rispettabile saggio, “ non abbiamo nulla da chiedergli, Egli ci ha dato tutto ciò di cui abbiamo bisogno; lo ringraziamo di continuo. “ Candido ebbe la curiosità di vedere i sacerdoti; fece chiedere dove fossero. Il buon vecchio sorrise. “Amici miei,” disse, “ noi siamo tutti sacerdoti; il re e tutti i capi di famiglia cantano, ogni mattina, solenni inni di ringraziamento, e cinque o seimila musici li accompagnano.” “ Come non avete dei monaci che insegnano, discutono, governano, intrigano, e fanno bruciare chi non è del loro parere?” “ Dovremmo essere pazzi” disse il vecchio, “qui siamo tutti dello stesso parere, e non capiamo cosa volete dire coi vostri monaci.” Candido, al sentire questi discorsi era in estasi, e diceva tra sé: “C’è una bella differenza tra la Westfalia e dal Castello del Signor barone; se il nostro amico Pangloss avesse  visto Eldorado, non avrebbe più detto che il castello Thunder-ten-tronckh era quanto di meglio ci fosse sulla Terra; è certo che bisogna viaggiare.”

 

Brano tratto dal testo ‘ Candido o l’ottimismo’ di Voltaire