Home Yoga Asana La posizione della montagna (Tadasana):''fermare il corpo per trovare la quiete''
La posizione della montagna (Tadasana):''fermare il corpo per trovare la quiete'' PDF Stampa
Yoga - Asana
“Già amico, sai, per me una montagna è come un Buddha.
Pensa alla pazienza, centinaia di migliaia di anni a star lì sedute nel più
perfetto perfettissimo silenzio, come se pregassero per tutti gli esseri viventi
in quel silenzio e semplicemente aspettassero la fine di tutto il nostro agitarsi e dimenarsi”
Jack Kerouac
E’ una delle posizioni di base dello Yoga, viene utilizzata come punto di partenza per le asana , che si praticano in piedi. B.K.S. Iyengar la considera come la prima posizione da imparare.
La montagna è il simbolo del desiderio di trascendere l’Io e di congiungersi con l’Assoluto, essa è un punto di incontro sacro tra terra e cielo.
L’immobilità e la stabilità di questo simbolo ci aiutano a radicarci, a trovare il nostro centro e assorbire energie sottili.
Lo yoga ci fa scoprire che il corpo non è solo un veicolo, che ci conduce verso destinazioni materiali, ma è anche un mezzo che ci apre le porte per invisibili mete della mente, per gli alti regni della coscienza. “ La montagna fa uscire dall’ansia del fare e fa recuperare il diritto di essere. Semplicemente essere, presenza”(Antonia Tronti).
E ora proviamo a misurarci con la nostra capacità interiore di essere montagne!!!!
Tadasana è una posizione solo apparentemente molto semplice, infatti in realtà richiede equilibrio lungo l’asse verticale, che passa per la sommità del cranio e ricade fra i piedi, correggendo le tendenze sbagliate.

Esecuzione
1. Mettiti in piedi con gli alluci e i talloni che si toccano l’uno con l’altro. Allunga le basi delle dita dei piedi per terra e stira tutte le dita sul pavimento.  Sposta il peso del corpo in avanti e indietro, poi da sinistra a destra.
2. Riduci gradatamente l'ampiezza dei movimenti fino a fermarti, con il peso del corpo distribuito uniformemente sui piedi.   Tendi i muscoli delle cosce e solleva verso l'alto le rotule, senza contrarre gli addominali bassi.
3. Tieni in dentro lo stomaco, il torace è aperto, allunga la colonna vertebrale e tieni il collo dritto. 4. Cerca di non far gravare il peso del corpo, né sui talloni, né sulle punte dei piedi, ma distribuiscilo in modo uniforme. Le braccia possono essere tenute tese sopra la testa, o più comodamente lungo i fianchi.
Mantieni la posizione dai 30 secondi a 1 minuto, respirando dolcemente.

Nessuno può andare in cielo se la sua
base non è ferma (B.K.S. Iyengar)
Benefici
Sviluppa la centratura fisica ed emotiva
Migliora la postura
Rafforza cosce, ginocchia e caviglie
Tonifica addominali e glutei
Allevia la sciatica
Riduce i piedi piatti

Controindicazioni
Mal di testa
Insonnia
Pressione bassa
BARBARA AMELIO