Home Benessere Buonumore
Buonumore
Trabajador infantil o empresario precòz/Lavoratore infantile o imprenditore precoce PDF Stampa
Benessere - Buonumore

 
I laureati e la pena di morte PDF Stampa
Benessere - Buonumore

E’ una breve storia, metafora della nostra incapacità di accettare i doni della vita, convinti di non meritarli.

 

Tre uomini erano condannati alla ghigliottina: un medico, un avvocato e un ingegnere. Il giorno dell’esecuzione i tre prigionieri furono messi in fila sul patibolo. “Desideri vedere in faccia la lama o guardare altrove?” Chiese il boia al medico. “Guarderò in faccia la lama!” Rispose coraggiosamente il medico. E qui accadde una cosa stupefacente: la lama si fermò a pochi millimetri dal collo del medico!

La folla dei cittadini riuniti rimase attonita e faceva mille congetture. Dopo una serie di discussioni concitate il carnefice disse al dottore: “Questo è un segno di Dio che non meriti di morire. Và, sei perdonato.” Colmo di gioia il medico si alzò e proseguì per la sua strada.

Poi toccò all’avvocato, il quale scelse anche lui di guardare in faccia la lama. La corda fu tirata, la lama cadde giù e ancora una volta si fermò a pochi millimetri dalla gola dell’uomo. Di nuovo ci fu un brusio fra la folla: due miracoli in un giorno! Proprio come aveva fatto col medico, il carnefice informò l’avvocato che si era prodotto un intervento divino e che poteva considerarsi libero. L’avvocato felice se ne andò.

L’ultimo condannato era l’ingegnere il quale, come i suoi predecessori, aveva scelto di guardare in faccia la lama. Fece combaciare il collo nella curvatura della ghigliottina  e alzò lo sguardo al marchingegno sospeso sopra di lui. Il carnefice stava per tirare la corda quando l’ingegnere indicò il sistema di tiraggio e gridò: “Aspetta un attimo! Penso di aver capito dove sta il problema!”

 

In ciascuno di noi risiede un ingegnere che lavora più del dovuto e si preoccupa maggiormente di analizzare il problema anziché accettarne la soluzione. Molti di noi sono rassegnati al fatto di convivere con i propri limiti, di non meritarsi la gioia, di vivacchiare senza vera gioia, tanto che se arriva un dono inaspettato non sono in grado di accettarlo … Dobbiamo essere disposti a lasciar cadere il pesante fardello della colpa, dell’indegnità e affermare che siamo pronti a ricevere tutto il bello che la vita ha da offrirci. Accettando i doni del cielo attestiamo di meritare liberazione, libertà e celebrazione.

Dal web

 
Effetto pensionamento PDF Stampa
Benessere - Buonumore

 
Istruzione e lavoro PDF Stampa
Benessere - Buonumore

 
Le grandi verità di Murphy sull’amore PDF Stampa
Benessere - Buonumore
-L’amore è eterno finchè dura.
-L’amore è cieco, ma la sfiga ci vede benissimo.
-L’amore è fuoco e fiamme per un anno e cenere per trenta.
-L’amore è essere cretini insieme.
-Se lo vuoi ma non lo vuoi, se non lo capisci ma lo capisci: dev’essere amore.
-L’amore è come una clessidra: quando si riempie il cuore si svuota il cervello.
-L’amore è il trionfo dell’immaginazione sull’intelligenza.
-L’amore è un egoismo in due.
-Amare è meglio che essere amati. E’ molto più sicuro.
-Amore è l’eccitazione sessuale dei giovani, l’abitudine degli adulti e la reciproca dipendenza dei vecchi.
-L’amore è come un sigaro: se si spegne, lo puoi anche riaccendere, ma non ha più lo stesso sapore.
-L’amore è la saggezza del pazzo e la pazzia del saggio.
-Se un uomo non perde la testa per amore, non ha la testa.
-Se la solitudine ti fa paura, non sposarti.
-Un uomo che non si è ancora sposato è incompleto. Poi è finito.
-Il matrimonio è l'unica avventura aperta ai codardi.
-I regali che fai a tua moglie non sono mai azzeccati quanto i regali che fa il tuo vicino a sua moglie.

Dal WEB

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 8 di 10