Home Yoga Live Yoga e Gruppo. L’energia collettiva che crea la salute.
Yoga e Gruppo. L’energia collettiva che crea la salute. PDF Stampa
Yoga - Live

 

“Il gruppo è qualcosa di più della somma delle parti” K. Lewin .

La nota frase dello psicologo tedesco illustra eloquentemente una misteriosa energia, una forza magnetica che si sprigiona nel gruppo. In ambito clinico, infatti si conoscono da tempo, gli effetti terapeutici dei gruppi: risonanza, rispecchiamento, identificazione. Il gruppo è percepito a livello simbolico quale dilatato grembo sociale, che ascolta sostiene e con la sua presenza energetica cura l’anima dei partecipanti. I gruppi di auto aiuto o self help si basano esattamente su tali meccanismi, spingono verso la costruzioni di reti sociali, che aiutano le persone a non sprofondare nel vuoto baratro dell’isolamento e dell’esclusione. Il gruppo è ovunque riconosciuto quale fattore di cambiamento. Ecco perché anche lo yoga si serve del setting  gruppale, affinché si possa realizzare  l’esperienza dell’unione e del progresso. Le classi di yoga sono costituite da persone, talvolta molto diverse tra loro,ma accomunate da un profondo e spesso inconsapevole desiderio, quello di evolvere, liberare l’anima da dolorose identificazioni e attaccamenti. Ciò che rende vicine tante diversità è la comune identità di anime in ascesa.
La magica intuizione emerge all’improvviso, mentre si è seduti nel grande cerchio, archetipo del cosmo. Qui  ogni meditante sente di essere al contempo una parte e il tutto, l’onda e il mare. L’integrazione massima si  compie nella produzione collettiva della sillaba mantrica Om. In questa particolare condizione si genera uno stato di coscienza più elevato, la vibrazione più mistica e potente del mondo si sparge ovunque dal centro del cuore ( anahata chakra) e in ogni punto dello spazio. Il suono che racchiude tutti i suoni, trascende ciascuna individualità,  scoprendo la verità di un'unica Forma, che dà vita alle molteplici manifestazioni del reale. L’esperienza profonda del canto dell’Om, favorisce un preziosissimo e raro apprendimento esistenziale: l’interdipendenza tra gli esseri viventi. Nasce così il seme dell’amore cosmico, la capacità di espandere la nostra coscienza per diventare l’universo, lasciando cadere i nostri bisogni egoici. 
Tutto ciò è possibile se con l’aiuto di un insegnante preparato e attento si predispone un clima sociale di ascolto interiore, di non giudizio e soprattutto di non antagonismo. Infatti lo yoga rispetto alle attività ginniche sposta il focus dall’esterno, all’interno della persona. Questo è un fondamentale passaggio che rende l’altro, un viaggiatore come noi, con cui imparare insieme il senso esistenziale della nostra presenza nel cosmo. Ormai tali concetti sono risaputi , così come si conoscono gli effetti  dei gruppi di meditazione sul tasso di criminalità e persino sul fenomeno del bullismo, nelle scuole in cui è stata adottata la meditazione. Peccato  se ne parla ancora troppo poco!


“Limitless undyng love wich shines around me like a million suns, It calls me on and on across the universe. Jai guru deva Om.” Beatles

 

Barbara AMELIO