Home Religioni Religioni Orientali La mia religione è la gentilezza
La mia religione è la gentilezza PDF Stampa
Religione - Religioni Orientali

Se ci fermiamo un attimo a riflettere, risulta evidente che la nostra sopravvivenza, perfino oggigiorno, dipende dagli atti di gentilezza di altre persone. Fin dal momento della nascita dipendiamo dalla cura e dalla gentilezza dei nostri genitori; più tardi nella vita, quando dobbiamo affrontare le sofferenze ed i disagi della vecchiaia, dipendiamo di nuovo dalla gentilezza degli altri. Se al principio ed alla fine della nostra vita dipendiamo dalla gentilezza degli altri , perché non agire con gentilezza nella parte intermedia della nostra esistenza?

La gentilezza e la compassione sono elementi essenziali per dare un senso alla nostra vita. Costituiscono una sorgente duratura di gioia e felicità. Sono il fondamento di un cuore generoso, il cuore di chi agisce per il desiderio di aiutare gli altri. Con la gentilezza, e quindi con l'affetto, l'onestà, la verità e la giustizia verso tutti, ci assicuriamo lo stesso nostro vantaggio. E' una questione di buon senso. Vale la pena di avere considerazione per gli altri, perché la nostra felicità è inestricabilmente intrecciata con quella del prossimo. Analogamente, se la società soffre, soffriamo anche noi. D'alta parte, quanto più i nostri cuori e le nostre menti sono afflitti da sentimenti di ostilità, tanto più diventiamo infelici. Quindi non possiamo eludere la necessità di gentilezza e compassione.

Ad un livello elementare e pratico, la gentilezza genera un senso di calore e di apertura che ci permette di comunicare molto più facilmente con gli altri. Scopriamo che tutti gli esseri umani sono proprio come noi, e quindi diventa più semplice entrare in relazione con loro. Questo evoca uno spirito di amicizia in cui c'è meno bisogno di nascondere ciò che sentiamo e ciò che facciamo.

Inoltre è ormai assodato che coltivare stati mentali positivi come la gentilezza e la compassione migliora la salute e può portare alla felicità.

E' straordinariamente importante che noi cerchiamo di fare qualcosa di buono con la nostra vita. Noi non siamo nati per fare del male o per danneggiare gli altri. Perché la nostra vita abbia valore dobbiamo coltivare e nutrire le qualità umane fondamentali come il calore, la gentilezza e la compassione. Se riusciremo a farlo, le nostre vite acquisteranno senso, saranno più felici e serene e avremo dato un contributo positivo al mondo che ci circonda.

 

L'attuale DALAI LAMA