Home Motti & Pensieri Religioni
Motti & Pensieri - Religioni
Religioni PDF Stampa
Motti & Pensieri - Religioni

-RELIGIONE: COMPLESSO DI CREDENZE, SENTIMENTI, RITI CHE LEGANO UN INDIVIDUO O UN GRUPPO UMANO CON CIO’ CHE ESSO RITIENE SACRO,  CHE  E’ DA INTENDERE COME LA PERCEZIONE DEL ‘TOTALMENTE ALTRO’ (DEFINIZIONE DI RUDOLF  OTTO)

-SACRO E’ LA PAROLA FONDAMENTALE IN CAMPO RELIGIOSO; E’ ANCORA PIU’ IMPORTANTE DELLA NOZIONE DI DIO. UNA RELIGIONE PUO’ REALMENTE ESISTERE SENZA UNA CONCEZIONE  PRECISA DELLA DIVINITA’, MA NON ESISTE ALCUNA RELIGIONE REALE SENZA LA DISTINZIONE TRA SACRO E PROFANO (N. SODERBLOM)

-CI SONO TRE MEZZI PER CREDERE: LA RAGIONE, L'ABITUDINE E L'ILLUMINAZIONE. (B.PASCAL)

-LA VERITA' VI FARA' LIBERI. (dal VANGELO secondo GIOVANNI)

-CHI HA SANA LA MENTE NON COMPETE COL MONDO NE' LO CONDANNA, LA MEDITAZIONE GLI FARA' CONOSCERE CHE NESSUNA COSA E' QUAGGIU' DUREVOLE SALVO GLI AFFANNI DEL VIVERE. (attribuito al BUDDHA)

-CHI E' PIETOSO CON I CRUDELI FINISCE CON L'ESSERE CRUDELE CON I PIETOSI. (dal TALMUD)

-LA PARTE PIU' FANATICA DELL'UMANITA' IN MATERIA DI RELIGIONE HA SEMPRE UNA PASSIONE PER I MISTERI, E PER QUESTA RAGIONE AMA DI PIU' CIO' CHE CAPISCE DI MENO. (ISAAC NEWTON)

-LE RELIGIONI NON HANNO MAI SALVATO IL MONDO. (ERMANNO OLMI)

-LA FEDE QUANDO NON E' CONIUGATA CON LA RAGIONE PUO' DIVENTARE SUPERSTIZIONE. (Anonimo)

-LA MISERIA DELLA VITA UMANA NON E' DOVUTA AD UNA PUNIZIONE DIVINA NE' AD UN PECCATO ORIGINALE MA ESCLUSIVAMENTE ALL'IGNORANZA. (MIRCEA ELIADE )

-SI PUO' DEFINIRE L'UOMO COME COLUI CHE CERCA LA VERITA'. (GIOVANNI PAOLO II)

-NON AGIRE SECONDO RAGIONE E' CONTRARIO ALLA NATURA DI DIO. (BENEDETTO XVI)

-LAICITA' NON E' UN CONTENUTO FILOSOFICO, BENSI' UNA FORMA MENTIS; E' ESSENZIALMENTE LA CAPACITA' DI DISTINGUERE CIO' CHE E' DIMOSTRABILE RAZIONALMENTE DA CIO' CHE E' INVECE OGGETTO DI FEDE, A PRESCINDERE DALL'ADESIONE A TALE FEDE. (CLAUDIO MAGRIS)

-ESCLUDO IL MIRACOLO COME INTERVENTO DIVINO DAL DI FUORI DEL MONDO: SE IL DIO PERSONALE NEL QUALE IO CREDO INTERVENISSE DAVVERO NEL MONDO, ALLORA AVREI QUALCHE DOMANDA DA FARGLI SUL PERCHE' NON INTERVIENE NELLE INNUMEREVOLI CIRCOSTANZE IN CUI CI SAREBBE TANTO BISOGNO DI LUI. (VITO MANCUSO)

L'ATEISMO PIU' VOLGARE E PERICOLOSO E' QUELLO DI COLORO CHE CREDONO NELLA DIVINITA' TRASCENDENTE E CON INVOCAZIONI E OFFERTE, OSSERVANDONE I RITI, CREDONO DI POTERLA AVERE PROPIZIA E TUTTO PERMETTERSI. (PLATONE)

-LA LUMINOSITA' DEL SAPERE E' MOLTO PIU' ALTA DELL'OSCURITA' DELLA FEDE. (VITO MANCUSO)

-L'ORIGINE DELLA VITA DERIVA NON DA UN CASO MA DA PROPRIETA' INTRINSECHE DELLA MATERIA, IN BASE ALLE QUALI L'UNIVERSO TENDE ALL'AUMENTO PROGRESSIVO DELL'ORDINE E DELLA COMPLESSITA'. (ILYA PRIGOGINE)

-LOTTA SINO ALLA MORTE PER LA VERITA' E IL SIGNORE DIO COMBATTERA' PER TE. (dalla BIBBIA_SIRACIDE 4, 28)

-CHIUNQHE SIA SERIAMENTE IMPEGNATO NELLA RICERCA DELLA SCIENZA SI CONVINCE CHE UN QUALCHE SPIRITO, MOLTO SUPERIORE A QUELLO DELL'UOMO, E' MANIFESTO NELLE LEGGI DELL'UNIVERSO. IN QUESTA PROSPETTIVA LA RICERCA DELLLA SCIENZA CONDUCE AD UN SENTIMENTO RELIGIOSO DI TIPO PARTICOLARE, SICURAMENTE ABBASTANZA DIVERSO DALLA RELIGIOSITA' DI QUALCUNO PIU' INGENUO. (ALBERT EINSTEIN)

-LA SCIENZA SENZA RELIGIONE E' ZOPPA, LA RELIGIONE SENZA SCIENZA E' CIECA. (ALBERT EINSTEIN)

-LA RELIGIONE E' UN NARCOTICO CON CUI L'UOMO CONTROLLA LA SUA ANGOSCIA, MA OTTUNDE LA SUA MENTE. (SIGMUND FREUD)

-MI ANGUSTIANO LE PERSONE CHE NON PENSANO, CHE SONO IN BALIA DEGLI EVENTI. VORREI INDIVIDUI PENSANTI. QUESTO E' L'IMPORTANTE. SOLTANTO ALLORA SI PORRA' LA QUESTIONE SE SIANO CREDENTI O NON CREDENTI  (CARLO MARIA MARTINI)

-A VOLTE E' PROPRIO LA CONDOTTA DEI CRISTIANI A ESSERE CAUSA DI ABBANDONO DELLA FEDE E DEL CONSEGUENTE ATEISMO (GIOVANNI PAOLO II)

-SIGNORE, TI HO INSEGUITO PER LE STRADE MAESTRE E PER QUELLE SECONDARIE. TI HO CERCATO GIORNO E NOTTE  E NON TI HO MAI TROVATO FINCHE' NON HO CAPITO CHE ERI TU AD AVERE TROVATO ME (SANT'AGOSTINO)

-LA GLORIA DI DIO E' L'UOMO VIVENTE (IRENEO di LIONE)

-L'ANIMA DEL CREDENTE COMMETTE UN ERRORE SPIRITUALE QUANDO SCAMBIA LA SUA FEDE CRISTIANA CON L'ADESIONE INCONDIZIONATA ALLA DIMENSIONE POLITICO-ISTITUZIONALE DELLA CHIESA (VITO MANCUSO)

-LA CRISTIANITA' HA ABOLITO CRISTO (W. KIERKEGAARD)

-PER IL VOLGO RELIGIONE SIGNIFICA TRIBUTARE SOMMO ONORE AL CLERO ( BARUCH SPINOSA)

-QUEL MORTALE FLAGELLO DEI LIBRI ( PIO VII)

-MEGLIO LA MORTE CHE UNA VITA AMARA, IL RIPOSO ETERNO CHE UNA MALATTIA CRONICA (dalla BIBBIA-Sir30,17)

-SE DIO FOSSE VERAMENTE RESPONSABILE DELLA VITA E DELLA MORTE DEGLI ESSERI UMANI, IO SAREI ATEO, PERCHE' NON POTREI TOLLERARE CHE SI PRENDESSE COSI' MALIGNAMENTE GIOCO DI TANTI DI NOI (VITO MANCUSO)

-DOPO AUSCHWITZ DOBBIAMO DUBITARE O DELL'ONNIPOTENZA DI DIO O DELLA SUA BONTA' (HANS JONAS)

-IL SENSO DEL MONDO DEV'ESSERE FUORI DI ESSO (W. WITTGENSTEIN)

-SE DIO NON C'E' TUTTO E' POSSIBILE ( F. DOSTOEVSKIJ)

-SOLO CON LA PUREZZA E LE BUONE AZIONI DEI SEGUACI SI PUO' DIFENDERE LA RELIGIONE, MAI CON LA CONTRAPPOSIZIONE A CHI PROFESSA ALTRE FEDI ( GHANDI)

-IO NON SONO UN ATEO E NON PENSO DI POTERMI DEFINIRE PANTEISTA. NOI SIAMO NELLA SITUAZIONE DI UN BAMBINO CHE E' ENTRATO IN UNA IMMENSA BIBLIOTECA PIENA DI LIBRI SCRITTI IN MOLTE LINGUE. IL BAMBINO SA CHE QUALCUNO DEVE AVER SCRITTO QUEI LIBRI, MA NON SA COME E NON CONOSCE LE LINGUE IN CUI SONO STATI SCRITTI. SOSPETTA PERO' CHE VI SIA  UN MISTERIOSO ORDINE NELLA DISPOSIZIONE DEI VOLUMI, MA NON SA QUALE SIA. QUESTA MI SEMBRA LA SITUAZIONE DELL'ESSERE UMANO, ANCHE IL PIU' INTELLIGENTE, DI FRONTE A DIO.  LA CONVINZIONE PROFONDAMENTE APPASSIONANTE DELLA PRESENZA DI UN SUPERIORE POTERE RAZIONALE, CHE SI RIVELA NELL'INCOMPRENSIBILE UNIVERSO,  FONDA LA MIA IDEA SU DIO. (ALBERT EINSTEIN)

-AVERE UN DIO NON VUOL DIR ALTRO CHE QUESTO: AVER FIDUCIA IN LUI DAL PROFONDO DEL CUORE ( MARTIN LUTERO)

-MI SONO FATTO FORZA PER PARLARE CON TE, IO, CHE SONO TERRA E CENERE ( ABRAMO nella Genesi 18,27)

-LA RELIGIONE NON E' NECESSARIA, LA SPIRITUALITA' SI'. IL COSMO E' IL SACRO TEMPIO DI DIO E LA NOSTRA SACRA ABITAZIONE ( M. FOX )

-L'UNIVERSO, BENEDETTO E COLMO DI GRAZIA, E' IL GIUSTO PUNTO DI PARTENZA PER LA SPIRITUALITA' (M. FOX )

-DIO E' UN ARTISTA E L'UNIVERSO E' IL SUO CAPOLAVORO ( TOMMASO D'ACQUINO)

-LA DEITA' E' RAPPRESENTATA MEGLIO DALL'INTERO UNIVERSO CHE DA QUALSIASI COSA PRESA INDIVIDUALMENTE ( TOMMASO D'ACQUINO )

-LA RELIGIONE TENDE A DEGENERARE IN UNA FORMULA DI CONVENIENZA CON CUI RIVESTIRE BELLAMENTE UNA VITA COMODA E TRANQUILLA

( A. WHITEHEAD )

-LA FUNZIONE PIU' IMPORTANTE DELL'ARTE, COME DELLA SCIENZA, E' RISVEGLIARE E TENERE SVEGLIO IL SENTIMENTO RELIGIOSO COSMICO ( A. EINSTEIN )

-LA BELLEZZA E' L'ETERNITA' SULLA TERRA ( S. WEIL)

-GIOIRE PER LA GIOIA DI UN'ALTRA PERSONA E' COME ESSERE IN PARADISO ( MEISTER ECKHART )

-LA RELIGIONE AUTENTICA COMINCIA CON LA RICERCA DEL SENSO E DEL SIGNIFICATO AL DI LA' DELL'EGOCENTRISMO (HUSTON SMITH)

-LA RELIGIONE RAPPRESENTA IL TENTATIVO DI PARLARE DELL'INDICIBILE (N.D. WALSCH)

-LA RELIGIONE RAPPRESENTA L'OPPIO DEI POPOLI ( K. MARX)

-E' IL CUORE A SENTIRE DIO, NON LA RAGIONE (B. PASCAL)

-SOLTANTO NELLA SUPREMA FATICA DEL PENSIERO  SI  MANIFESTA DIO (J.FICHTE)

-NON ESISTE UN DIO CATTOLICO, ESISTE DIO (Papa FRANCESCO)

-MI PIACE IL VOSTRO CRISTO MA NON MI PIACCIONO I VOSTRI CRISTIANI. I VOSTRI CRISTIANI SONO COSI' DIVERSI DAL VOSTRO CRISTO. (GANDHI)

-LA CASA DI DIO E' L'UNIVERSO INTERO: CHE BISOGNO C'E' DI INDICARE UN LUOGO PARTICOLARE DOVE RECARSI?! (GENGIS KHAN)

-E' INCOMPRENSIBILE AFFERMARE CHE DIO ESISTA ED E' INCOMPRENSIBILE RITENERE CHE NON ESISTA (B. PASCAL)

-LA SUPERSTIZIONE E' UNA RELIGIONE PRIVATA MENTRE LA RELIGIONE E' UNA SUPERSTIZIONE PUBBLICA ( S. FREUD)