Home Sonetti di Leo TODO POR LA PATRIA (nonostante il titolo, il seguente è un sonetto in dialetto romanesco)
TODO POR LA PATRIA (nonostante il titolo, il seguente è un sonetto in dialetto romanesco) PDF Stampa
Benessere - Sonetti di Leo

Pe mare e pe tera


Da quanno t'arzi fino a sera


Da quarche parte scoppia na guera


Se quarcuno fa le bizze


L’artro ie rifila quattro pizze


Ma er fatto sorprendente E' che è sempre  er popolo er perdente


Quello che ncià manco la forza pe parlà
Figuramose quella de litigà
Che se ritrova a derime a corpi de cannone
Quella che pe lui né manco na questione
Difendete la patria, questo è er motto
Ar popolo ie ammanisce sto diritto
Quarcuno abbocca, son patriotta
Ammazzamo, ammazzamo
Sto diritto lo rivendichiamo
Che nporta se tarvorta
Quarche madre è morta
E se ar bambino
Ie spara quarche cecchino
Ognuno pensa de vince la guera
Pe na bara basta na bandiera
Nvece è na sconfitta de tutti
Quanno ce so’ de mezzo tanti lutti
A quello che comanna, a quello intransigente
De sto dramma nun gne frega niente
Nun pensà sto sefardita
A quanto ce vo’ a cortivà na vita
Pe carmalli er sistema ce sarebbe
Mettemo a loro na bomba tra le chiappe

LEO (scrittore di sonetti a tempo perso)